Edilizia, obiettivo regolarità nelle strategie d’intervento

Ufficio stampa Filca nazionale 9 Aprile 2003

Vibo V. Convegno sull’intesa Anas-Filca, Fillea e Feneal

TUTELA dei diritti dei lavoratori, sicurezza nei cantieri, trasparenza nel rapporto tra imprese committenti ed imprese sub appaltatrici. In sintesi questi i contenuti del convegno promosso dalla Filca Cisl, Fillea Cgil, Feneal Uil della Calabria tenutosi a Vibo Valentia. Numerose le partecipazioni, tra cui il segretario generale aggiunto della Filca Cisl , Pino Virgilio , il segretario generale Cisl Calabria, Luigi Sbarra e di Sebastiano Romeo per la Filca Cisl calabrese, i Prefetti di Catanzaro, Reggio Calabria, Vibo Valentia e Cosenza, il sindaco di Vibo Valentia, Elio Costa e Gianni Nobili in rappresentanza dell’Anas nazionale. Nel corso dei lavori unanimità di consenso sulla necessità di un intervento per l’ammodernamento della Salerno-Reggio Calabria per garantire sia l’incolumità dei cittadini che la percorrono, sia l’ammodernamento infrastrutturale di questa importante arteria stradale, volano di sviluppo economico e sociale. Altra questione importante sul tappeto, all’interno del protocollo d’intesa tra Anas nazionale e sindacati di categoria, è quello della vigilanza nei cantieri per evitare infiltrazioni mafiose e malavitose. Le parti, con incontri periodici, faranno il punto della situazione sulle presenze in cantiere, gli affidamenti dei sub appalti e delle forniture, l’applicazione delle norme antinfortunistiche, i livelli occupazionali, il completamento dell’opera e l’accelerazione della spesa. A più voci si è detto che bisogna stringere all’angolo la ‘ndrangheta e la criminalità organizzata e il protocollo d’intesa firmato con l’Anas segna un momento storico per la categoria, in quanto corrisponde ad un cambiamento di mentalità, ripristinando il principio basilare del rispetto delle regole nei rapporti tra ente appaltante-sindacato e imprese, nel rispetto dei contratti di lavoro e con l’assunzione delle rispettive responsabilità e competenze. Pino Virgilio nel suo intervento a conclusione dei lavori ha sostenuto che il protocollo d’intesa obbliga le imprese a passare attraverso “la strettoia della regolarità e trasparenza”, invitando i Prefetti calabresi a farsi promotori di un progetto che coinvolga Inps, Inail, e Cassa edile per consentire una maggiore efficacia dei controlli a tutela dei lavoratori. Il responsabile della Filca Calabria, Sebastiano Romeo, ha espresso soddisfazione per la riuscita dell’iniziativa, non solo per le autorevoli presenze al dibattito, ma anche per l’alto numero di delegati di cantiere, Rsu e dirigenti sindacali. “Con il rinnovo dei contratti provinciali di categoria in tutte le provincie calabresi – ha spiegato Romeo -, il Durc (documento di regolarità contributiva) deve trovare piena ed immediata applicazione e oggi, con il protocollo d’intesa con l’Anas possiamo affermare che la Filca calabrese sta raccogliendo i suoi frutti non solo in termini organizzativi, ma anche per il duro e faticoso lavoro profuso in questi anni nell’interesse degli iscritti e per dare al settore delle costruzioni un’immagine diversa rispetto al passato”.

Luciano Belmonte