EDILIZIA, APPELLO DELLA FILCA SICILIA PER IL RILANCIO DEL SETTORE NELL’ISOLA

Laura Compagnino 23 luglio 2018

Applicazione del contratto edile in tutti i cantieri e sblocco delle opere infrastrutturali. Sono queste le richieste più urgenti che la Filca Cisl siciliana rivolge all’Ance e alle istituzioni regionali. “È stato raggiunto un importante risultato con la firma del contratto nazionale di lavoro -commentano Santino Barbera e Paolo D’Anca , segretario generale Filca Cisl Sicilia e segretario generale aggiunto di Filca Cisl Sicilia – ora occorre andare oltre per rilanciare davvero il mondo delle costruzioni nell’isola. Noi da tempo ci battiamo affinché si facciano partire tutti i cantieri ancora bloccati e affinché si impieghino tutte le risorse del Patto per il Sud e dei fondi europei per le infrastrutture e per il completamento delle incompiute”. “Il rilancio dell’edilizia certamente non può avvenire se si assegnano gare col 40% del ribasso – dichiarano Barbera e D’Anca – perché questo ha come diretta conseguenza la mancanza di sicurezza nei cantieri, il proliferare del lavoro nero e la pessima realizzazione delle opere. Siamo certi che con l’Ance e con il sistema complessivo dell’edilizia siciliana, sapremo fare fronte comune per imprimere una svolta al settore delle costruzioni nell’isola”.