SI TAV, IL 6 APRILE A TORINO MANIFESTAZIONE CON TUTTE LE SIGLE

Ufficio stampa Filca nazionale 21 Marzo 2019

I rappresentanti del sistema delle imprese, del lavoro, della cooperazione e delle professioni di Torino e del Piemonte si sono incontrati oggi con “Sì Torino va avanti”, “Sì Tav Sì Lavoro”, e con “Osservatorio 21” per definire una linea d’azione comune e condivisa sui temi della realizzazione della nuova linea ferroviaria Torino-Lione così come delle infrastrutture e delle azioni utili per lo sviluppo del territorio.

Sono state nuovamente e con forza condivise le motivazioni che hanno mosso negli ultimi mesi più parti della società civile, motivazioni che sono sintetizzate nella necessità di dare a questo territorio e al Paese la possibilità di produrre e lavorare con modalità e condizioni che siano compatibili con l’ambiente, con la sicurezza, con la crescita e lo sviluppo equilibrati, con l’apertura verso il mondo.

E’ stato quindi deciso di organizzare insieme la manifestazione del 6 aprile prossimo a Torino che dovrà essere l’espressione anche visibile di tutte le componenti della società civile intesa nel suo modo più alto e completo, quella società che per troppo tempo è stata dimenticata ma che è la vera forza di questo territorio e di tutto il Paese, che chiede di partecipare e di essere ascoltata, che crede ancora nella possibilità di un futuro qui e non altrove, un futuro da costruire insieme, con decisione e chiarezza, con volontà e fermezza, un futuro aperto alla convivenza civile e al benessere, nel quale i giovani di oggi possano diventare eredi di quanto adesso viene costruito su basi condivise e solide.

L’evento avrà quindi come obiettivo quello di ribadire alle Istituzioni e ai decisori pubblici la necessità di strumenti di sviluppo del territorio e del Paese, dei quali la linea Torino-Lione è parte fondamentale.

La manifestazione sarà aperta a tutte le bandiere che si indentificheranno in questi obiettivi e in particolare nella realizzazione della Torino-Lione.

Verrà redatto un “Manifesto per lo sviluppo del territorio” nel quale saranno ribaditi alcuni punti irrinunciabili nel percorso che deve portare alla realizzazione della linea ferroviaria Torino-Lione e in particolare:

• mantenimento dell’attuale progetto approvato da Italia, Francia e Unione europea;

• realizzazione in particolare della stazione internazionale di Susa e del collegamento dello Scalo di Orbassano;

• rispetto dei tempi concordati con l’Unione europea;

• continuazione dell’attività dell’Osservatorio Valle di Susa come unico e autorevole tavolo di confronto con tutti gli attori del territorio interessati all’opera.

 

API Torino, CONFAPI Piemonte, Unione Industriale Torino, AMMA, Federmeccanica, Confindustria Piemonte, CNA Torino, CNA Piemonte, Casartigiani Torino, Confartigianato Torino, Confartigianato Piemonte, Ascom Torino, Confcommercio Piemonte, Confesercenti Torino, Confagricoltura Piemonte, Cia, ANCE Torino, ANCE Piemonte, Collegio Edile Confapi Torino, Federalberghi Torino, Federalberghi Piemonte, CDO Piemonte, Legacoop Piemonte, Confcooperative Torino/Piemonte Nord, Giovani di Yes4To, Consulta degli Ordini e Collegi Professionali Torino, Unioncamere Piemonte, Ordine degli Architetti di Torino, Ordine Commercialisti Torino, Apsaci, Aspesi Torino, Cisl Torino-Canavese, Fim Cisl Torino, Fismic, Fillea Cgil Torino, Filca Cisl Torino, Feneal Uil Piemonte