IVREA, SIPARIO CHIUSO SUL PRIMO MODULO DEL CORSO DEDICATO AL WELFARE

Filca nazionale 5 Ottobre 2016

img-20161004-wa0013Si è svolto a Ivrea, in provincia di Torino, il primo dei due appuntamenti organizzati dalla Scuola di Formazione “Pino Virgilio” della Filca nazionale sul tema del welfare. La scelta di Ivrea è nata dal bisogno e desiderio di prendere possesso, culturale, dell’esperienza della Olivetti, della sua evoluzione e del pensiero trasversale dell’ Ing. Adriano Olivetti rispetto alla dimensione industriale, politica, sociale, culturale, urbanistica insite nelle sue scelte.

Ai lavori hanno partecipato don Davide Vicentini (Fondazione Toniolo – Rivista La Società), Giancarlo ivrea-welfare-1Zanoletti (è stato segretario generale della Fim di Ivrea e Canavese per molto tempo, fino alla fine degli anni ’90 ed operatore alla Fim Nazionale fino alla pensione, ha seguito direttamente la Olivetti), Antonio Perazzo (lavora all’Archivio Storico della Olivetti ed è stato un delegato/attivista della Fim) e il segretario nazionale della Filca, Salvatore Federico.

img-20161004-wa0023Obiettivo delle giornate è quello di creare un gruppo di lavoro nazionale che rifletta e realizzi progetti, iniziative, sperimentali, supporto – per la contrattazione dei prossimi anni – sul tema della costruzione e realizzazione di welfare aziendale integrativo o addirittura territoriale. I 28 partecipanti sono arrivati da tutta l’Italia.

Il secondo appuntamento si svolgerà al Centro Studi di Firenze il 28 e 29 novembre. Verrà dedicato alla parte pratica metodologica di come si realizza una mappatura dei bisogni e come dalla mappatura si realizzi una piattaforma-proposta di welfare. Incontreremo inoltre realtà sociali con le quali sarebbe auspicabile e interessante img-20161004-wa0016entrare in rete e un’esperienza imprenditoriale del settore delle costruzioni. Nella seconda giornata ci sarà una tavola rotonda alla quale parteciperà anche il segretario generale della Filca, Franco Turri.

Lo staff formativo è composto da Roberto Scotti (direttore della Scuola di Formazione), Laura Moro e Licya Vari. Presenti anche Luciano Bettin e Mario Ghidoni.