FERMO, PESENTI: “EDILIZIA NELLA DISPERAZIONE, GOVERNO INTERVENGA SUBITO”

Filca nazionale 15 Settembre 2014

“La terribile notizia giunta dal Fermano è la conseguenza della crisi senza precedenti che sta colpendo l’edilizia oramai da 6 anni, con un calo di oltre il 50% degli addetti. La disperazione la fa da padrona tra imprenditori e operai, con effetti nefasti e drammatici, come successo oggi”. Lo ha dichiarato Domenico Pesenti, segretario generale della Filca-Cisl nazionale, commentando l’episodio avvenuto a Molino Girola, in provincia di Fermo, dove un imprenditore edile ha sparato contro due suoi dipendenti che gli chiedevano il pagamento di un lavoro, uccidendoli.”Oggi tre famiglie sono andate distrutte, anche se per motivi diversi. In questi anni abbiamo assistito a imprese che non pagano i dipendenti perché a loro volta non pagate per lavori già effettuati. Ben 750mila addetti sono usciti dal mercato del lavoro e decine di migliaia di imprese sono state costrette a chiudere. Il governo resta a guardare – accusa Pesenti – e invece ha la responsabilità e il dovere di intervenire quanto prima con misure certe, drastiche ed immediate per far riprendere il settore. Lo Sblocca Italia, ad esempio, è fumo negli occhi, perché solo una piccola parte dei 3,9 miliardi di euro sbandierati è immediatamente spendibile, come abbiamo denunciato pochi giorni fa”, ha concluso Pesenti.