Cambia lingua: Italiano
“BISOGNA UTILIZZARE IL SETTORE EDILE COME VOLANO DELLA RIPRESA DI TUTTO IL PAESE”

“BISOGNA UTILIZZARE IL SETTORE EDILE COME VOLANO DELLA RIPRESA DI TUTTO IL PAESE”

Lo ha detto il segretario generale della Filca-Cisl, Domenico Pesenti, intervenendo al Festival della Fiducia

Festival Fiducia 2 Pesenti“Più volte abbiamo chiesto che si utilizzi il settore edile come volano della ripresa di tutto il Paese, ma faticano ad ascoltarci. Ci tengo a ribadire che noi siamo contrari alla cementificazione, e che la nostra proposta è quella non di costruire ex novo, ma di mettere in qualità il già costruito”. Lo ha dichiarato Domenico Pesenti, segretario generale della Filca-Cisl e Presidente della Fetbb, la Federazione europea degli edili, intervenendo a Brienno (Como) all’incontro “Territorio: recuperare e ricostruire la fiducia per lo sviluppo delle costruzioni e della responsabilità sociale“, organizzato nell’ambito del Festival della Fiducia. “Ci sono interi quartieri che non sono abitabili e tanti edifici non utilizzati. Il settore – ha aggiunto Pesenti – potrebbe dare il via ad una vera e propria stagione di green economy, facendo attenzione al risparmio energetico, all’uso di materiali biocompatibili e che possono essere riutilizzati anche in futuro. Questo permetterebbe di ridurre la fattura energetica del Paese e di utilizzare materiali non inquinanti anche quando si tratterà di smaltirli. Certo, per rilanciare il futuro delle costruzioni è indispensabile un clima di fiducia tra tutti, per parafrasare il tema della manifestazione”. Tra i temi trattati da Pesenti anche la legalità sui luoghi di lavoro (“il ruolo dei nostri sindacalisti nei cantieri è prezioso, sono vere sentinelle di legalità”, ha detto), la selezione delle imprese, con strumenti importanti quali la Patente a punti e le white list, l’Europa e le differenze tra i paesi europei sui temi del lavoro, “differenze – ha sottolineato il segretario generale della Filca e Presidente della Fetbb – che provocano fenomeni come il dumping sociale, esempio di ingiustizia sociale contro il quale abbiamo ottenuto numerosi risultati a livello europeo”. Ai lavori, moderati dal giornalista del Sole24Ore Nino Amadore,  hanno partecipato anche Enrico Bianchi, imprenditore e Vice Presidente dell’Ance Como, Fabrizio de Fabritiis con Emidio Pagnoni, di Benipubblici srl e Pegaso ingegneria, il segretario generale della Filca Cisl Lombardia, Battista Villa, Marcello Iantorno, Assessore alla Legalità del Comune di Como e il sindaco di Brienno, Patrizia Nava.