13ESIMO ANNIVERSARIO DELLA SCOMPARSA DI PINO VIRGILIO

Ufficio stampa Filca nazionale 10 Ottobre 2021

Oggi ricorre il 13esimo anniversario della scomparsa di Pino Virgilio, che ci ha lasciati improvvisamente nella notte del 10 ottobre 2008. A spezzare la vita dell’allora segretario generale aggiunto della Filca nazionale è stato un malore, mentre si trovava nella sua casa di Velletri; pochi giorni dopo avrebbe compiuto 50 anni. Ha lasciato la moglie Rosa e il figlio Giacomo.

“Pino era una persona unica – dichiara il segretario generale Enzo Pelle – sia da punto di vista umano che professionale. La sua passione, l’umanità, il senso di giustizia, la sua invidiabile preparazione, le intuizioni che hanno migliorato il settore e la vita degli edili hanno lasciato una traccia indelebile nella storia della Filca, della Cisl e del sindacato in generale. La congruità, di cui si parla tanto in questo periodo, è una idea di Pino che grazie al pressing della Filca e della Cisl ora è legge. Così come il Durc e la Patente a punti, atri due strumenti di fondamentale importanza per la legalità del settore e la dignità dei

Pino Virgilio

Pino Virgilio

lavoratori. E poi le idee per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, le ’16 ore prima’ per la formazione obbligatoria in edilizia”.

“Sono già passati 13 anni dalla sua scomparsa, ma l’attualità del suo pensiero e la validità delle sue intuizioni dimostrano l’impegno, la preparazione e l’intuito di un grande sindacalista, di una persona speciale, che ha lasciato un vuoto incolmabile nella Filca e nella Cisl”, ha concluso Pelle.  

La storia di Pino raccontata in prima persona (estratto da intervista rilasciata al prof. Vedovato)