“SIRIA, SI ALZI FORTE IL GRIDO DI PACE”: LA CISL E LA FILCA ADERISCONO ALL’APPELLO DEL PAPA

“SIRIA, SI ALZI FORTE IL GRIDO DI PACE”: LA CISL E LA FILCA ADERISCONO ALL’APPELLO DEL PAPA

Sabato prossimo è in programma un digiuno per la pace

“Si alzi forte il grido di pace”. E’ l’appello del Papa contro il pericolo del conflitto in Siria. L’opzione militare purtroppo si avvicina: la Commissione esteri del Senato degli Stati Uniti ha trovato un accordo su una bozza di risoluzione che autorizza un attacco. Barack Obama, intanto, è arrivato in Svezia alla vigilia del vertice G20 di San Pietroburgo sul quale pesa la crisi siriana con l’opposizione in primis della Russia. Papa Francesco, invece, chiama tutti a partecipare, sabato, alla giornata di preghiere e digiuno.
Tantissime le adesioni della società civile, di rappresentanti della comunità diplomatica e di semplici cittadini in tutto il mondo. Anche la Cisl aderisce all’iniziativa del Pontefice e invita le lavoratrici e le pensionate, i lavoratori e i pensionati a partecipare al digiuno per la pace.
“Raccogliamo e ripetiamo il messaggio del Papa – continua la nota della Cisl – Mai più la guerra! Mai più la guerra! Quanta sofferenza, quanta devastazione, quanto dolore ha portato e porta l’uso delle armi. Vogliamo un mondo di pace, vogliamo essere uomini e donne di pace. Chiamiamo i leader mondiali a fare di tutto per evitare la guerra“.
“L’appello del Papa è importante e merita la nostra totale adesione – ha dichiarato il segretario generale della Filca-Cisl, Domenico Pesenti – come ha già fatto la nostra Confederazione. Una guerra, che rischierebbe di assumere proporzioni mondiali, porterebbe soltanto morte e devastazione e colpirebbe soprattutto la popolazione civile. E’ per questo che invito la Filca a tutti i livelli, dirigenti, operatori, associati, a partecipare alle iniziative del Pontefice in programma sabato prossimo”.

Altre notizie