LIONI-GROTTAMINARDA, FILCA E CISL AVELLINO CHIEDONO IL COINVOLGIMENTO DEI SINDACI

Filca nazionale 5 Marzo 2013

L’avvio delle procedure di esproprio nei comuni di Villamaina e di quelli interessati alla costruzione dell’asse viario Lioni Grottaminarda, nella provincia di Avellino, è certamente un atto concreto perché l’opera si avvii alla sua realizzazione. Certamente sono atti amministrativi, ma si tratta anche di atti preparatori perché il cantiere nel suo tracciato possa avviarsi.

La strada è una delle grandi opere inserite nella programmazione Cipe e seriamente può segnare una svolta nel comparto delle costruzioni in termini economici ed occupazionali in Provincia. Il 31 gennaio si è apposta la prima pietra inaugurale per il primo lotto Grottaminarda – Frigento e su cui sono stati stanziati 70 milioni di euro con delibera Cipe dell’Agosto 2012.

La Filca Cisl (Mennato Magnolia) e la Cisl (Mario Melchionna) nell’attuazione  del Patto per lo Sviluppo, insieme hanno voluto aprire un tavolo alla Provincia con altre sigle sindacali, per fare il punto sulle infrastrutture del territorio irpino, e per chiedere che sulla Lioni Grottaminarda si faccia particolare attenzione, con il coinvolgimento dei sindaci. Cisl e Filca chiedono che si rendano disponibili i 220 milioni di euro per il secondo lotto Frigento – Villamaina – San Teodoro (già delibera Cipe del marzo 2011) e il coofinanziamento regionale sul terzo e ultimo lotto per una stima di 140 milioni, finanziamenti ancora da recuperare.