INCIDENTI SUL LAVORO, TURRI: “OGGI DUE VITTIME NEI CANTIERI, GOVERNO INVESTA SULLA SICUREZZA”

Filca nazionale 16 Settembre 2019

“Anche oggi il mondo del lavoro è funestato da due tragedie: a San Bartolomeo (Como) e alle Isole Tremiti (Foggia) sono morti due lavoratori edili di 57 e 67 anni. L’edilizia si dimostra purtroppo il settore più a rischio, con imprese spesso improvvisate: nei primi 7 mesi dell’anno, secondo i dati Inail, i morti nelle costruzioni sarebbero già 55, uno ogni 4 giorni. È una lunga scia di sangue che indigna e rattrista”. Lo ha dichiarato Franco Turri, segretario generale Filca-Cisl. “Nei giorni scorsi – ha proseguito Turri – abbiamo molto apprezzato la volontà del premier Conte di intervenire in maniera risoluta per affermare la sicurezza nei luoghi di lavoro. Il nuovo governo passi dagli annunci ai fatti, investendo sulla sicurezza, ad esempio con l’introduzione della Patente a punti, un sistema premiale per le imprese. Assicuri la dignità del lavoro, delle persone, anche con interventi sulle pensioni: oggi una delle vittime aveva 67 anni, ed era intenta a lavorare sul tetto di un’abitazione. Un volo di 4 metri gli è stato fatale. A 67 anni non si può lavorare su tetti e impalcature, i lavori non sono tutti uguali. Si prendano provvedimenti drastici e responsabili per evitare ogni rischio agli over 60 nei cantieri, il governo dimostri di avere a cuore queste persone”, ha concluso Turri.