Cambia lingua: Italiano
GRANDE SUCCESSO DI PUBBLICO PER LA “FESTA DELLA MUSICA!”

GRANDE SUCCESSO DI PUBBLICO PER LA “FESTA DELLA MUSICA!”

In tutta Europa migliaia di concerti. L'edizione italiana anche quest'anno è stata organizzata in collaborazione con la Filca-Cisl

Grande successo di pubblico anche quest’anno per i tantissimi concerti in tutta Europa della “Festa della Musica“, l’evento che si svolge il 21 giugno di ogni anno. La Filca-cisl ha collaborato anche questa volta all’organizzazione dell’edizione italiana, caratterizzata da centinaia di concerti in tantissime città italiane.
“I concerti della Festa della Musica – ha dichiarato Domenico Pesenti, segretario generale della Filca-Cisl – ci permettono di incontrare i giovani e rappresentano un momento importante per sensibilizzarli, per valorizzarne l’impegno ed il ruolo nella società. Aprirci al dialogo con il mondo delle associazioni e della società civile in generale e facilitare il contatto e la comunicazione con il mondo dei giovani è sempre stato un obiettivo della Filca”.
In tutta Europa è andato in scena in migliaia di città un evento collettivo durante il quale si sono esibiti musicisti di ogni genere, professionisti e non, sui palcoscenici più inusuali e al contempo più spontanei, come strade, vicoli, cortili, piazze ma anche luoghi d’arte quali archivi, biblioteche, musei, aree archeologiche.
“L’impegno della Filca – ha aggiunto Pesenti – ha proprio questo obiettivo: coinvolgere i giovani nella società, utilizzare al meglio il loro entusiasmo, la loro voglia di fare, la loro energia. Uno degli strumenti per valorizzare i giovani è certamente l’associazionismo sindacale, che rappresenta uno dei pochi luoghi di aggregazione, di volontariato, di impegno sociale e civile, di partecipazione. Il sindacato è una vera palestra dove costruire spazi e strumenti di partecipazione, di democrazia, di crescita individuale e collettiva. I giovani sono indispensabili nella società come nel sindacato, perché solo con un loro impegno diretto può essere forte e integrato nella società odierna, e la sua azione sindacale può avere un presente e un futuro”.