CEMENTO, SOTTOSCRITTO PROTOCOLLO PER IL LAVORO IN SICUREZZA

Ufficio stampa Filca nazionale 24 Aprile 2020
Dopo edilizia e lapidei, anche il comparto del cemento, malte e gesso sottoscrive il protocollo per la ripartenza in sicurezza dopo il lungo stop a causa dell’emergenza Covid-19. Firmato stamattina da Federbeton e sindacati, in coerenza con il protocollo siglato stamane dalle confederazioni, “l’avviso comune contiene le indicazioni per l’adozione nei luoghi di lavoro di misure preventive anti contagio idonee a garantire la ripresa in sicurezza dell’attività produttiva per il settore cemento calce e gesso” spiegano i Segretari Nazionali Pascucci – FenealUil, Federico – Filca-Cisl, Fiorucci e Fazi – Fillea-Cgil che proseguono “le linee guida contenute in questo accordo sono valide per tutto il settore e potranno poi essere implementate e rese più cogenti alle diverse realtà produttive e territoriali dalle Rsu/Rls e dai Comitati aziendali di verifica del Protocollo del 14 marzo scorso.” “Siamo soddisfatti di questo accordo – prosegue la nota unitaria – lo riteniamo qualificante per la ripartenza dell’intero settore nel segno della qualità, mettendo al centro sicurezza, estendendo la sua azione ad appaltatori e fornitori esterni, prevedendo sanificazioni quotidiane, fornitura di sistemi di protezione, informativa chiara, con una attenzione particolare al benessere organizzativo. Inoltre – proseguono – l’accordo prevede l’attivazione dei CAR (comitati aziendali per la ripartenza), la costituzione di una commissione tecnico/scientifica di indirizzo e controllo dell’applicazione del protocollo, che si potrà avvalere di figure appartenenti a discipline differenziate, e 2 ore di assemblee retribuite da dedicare all’esame e alla discussione delle problematiche connesse alla gestione dell’emergenza Covid 19 in tutte le sue fasi” concludono i sindacati.