ACCORDO ITALCEMENTI, UN’OCCASIONE PERDUTA

Ufficio stampa Filca nazionale 9 Gennaio 2019
ACCORDO ITALCEMENTI, UN’OCCASIONE PERDUTA

“L’accordo dello scorso dicembre per Italcementi è stata un’occasione perduta, addirittura un trappolone. Il ministero si è comportato alla stregua di un tribunale, provocando di fatto una vera divisione tra i lavoratori e alimentando un percorso di divisione tra gli stessi. E anche il comportamento dell’azienda non ha aiutato a risolvere la questione. Non sarà facile, ma ci stiamo impegnando con tutte le nostre energie per fare in modo che sia ristabilita l’equità, e che non ci siano lavoratori di serie A e di serie B all’interno dello stesso Gruppo”. Lo ha dichiarato Salvatore Federico, segretario nazionale della Filca. “Nell’incontro di lunedì scorso a Bergamo, al quale ha partecipato anche il segretario generale Franco Turri, abbiamo ribadito che la proroga di un anno, per l’intero 2019, doveva essere data a tutti, anche ai 282 lavoratori che avevano sottoscritto il piano sociale e il piano di fabbrica. Chi ha aderito al piano sociale – come ho già detto alla giornalista Francesca Belotti de l’Eco di Bergamo – non può essere considerato in modo diverso da chi non lo ha fatto, non dobbiamo fare il gioco di chi vuole dividere. L’ho definito un accordo trappola – spiega – perché presta il fianco a vertenze da parte dei lavoratori esclusi dalla cassa integrazione straordinaria. Ora ci aspettiamo che il Gruppo Italcementi mostri il coraggio che finora non si è visto: il Piano industriale, annunciato nei prossimi mesi, sia davvero di crescita e di prospettiva, rafforzi il gruppo in tutti i territori interessati. Non vengano ancora a proporci sacrifici per i lavoratori, ne hanno già sopportati troppi”, ha concluso Federico.