8 MARZO, SERVONO INVESTIMENTI SULLE DONNE PER UN FUTURO DI CRESCITA

Filca nazionale 7 Marzo 2014

“La Giornata Internazionale della Donna deve essere l’occasione per richiamare l’attenzione sui temi della pari opportunità e della piena occupazione delle donne il cui valore deve trovare piena cittadinanza in tutti gli ambiti della vita lavorativa, sociale ma anche politico-istituzionale perché, investire strategicamente sulle risorse femminili, significa gettare le basi per un futuro di crescita e sviluppo per l’Italia”. Lo dichiara il Segretario confederale della Cisl, Liliana Ocmin a conclusione dell’Assemblea con le lavoratrici in Veneto. “Ecco perché- continua Ocmin- bisogna uscire dalla retorica della mera celebrazione per riempire l’8 marzo di contenuti concreti sulle questioni di genere che per la Cisl restano un impegno serio e costante nel tempo. La dignità, il contrasto alla violenza, il rispetto del principio di pari opportunità non sono valori negoziabili ma il metro con cui si misura il livello di civiltà e democrazia di un Paese. La Cisl è pronta a fare la sua parte e non abbiamo bisogno di ricorrenze ma di investire sulla contrattazione, in particolare di secondo livello, per contribuire fattivamente alla ripresa del Paese che passa anche attraverso una maggiore presenza e partecipazione delle donne nei luoghi lavorativi ed in quelli decisionali quale leva per sollevare il Paese dalla recessione”. “La Cisl – conclude Ocmin- incalza il nuovo Esecutivo a dare risposte concrete ai bisogni delle lavoratrici come anche dei lavoratori, delle famiglie, dei giovani e dei pensionati sui quali purtroppo continuano a pesare gli effetti negativi della crisi”.