Youth Guarantee

La Youth Guarantee (Garanzia Giovani) è un programma europeo istituito con la Raccomandazione del Consiglio dell’Unione Europea del 22 aprile 2013 allo scopo di favorire l’occupabilità e l’avvicinamento dei giovani al mercato del lavoro e di ridurre il fenomeno dei cosiddetti “Neet” (Not in Education, Employment or Training), e cioè quei giovani di età compresa fra i 15 e i 24 anni che non lavorano e non seguono un percorso scolastico o formativo.

Con la Youth Guarantee gli Stati Membri dell’Unione Europea sono stati invitati ad assicurare a tutti i giovani al di sotto dei 25 anni un’offerta qualitativamente valida di lavoro, proseguimento degli studi, apprendistato o tirocinio entro un periodo di quattro mesi dall’inizio della disoccupazione o dall’uscita dal sistema d’istruzione formale.

Tutti i Paesi dell’UE, per il periodo 2014-2020, riceveranno finanziamenti per l’attuazione di politiche attive di istruzione, formazione e inserimento nel mondo del lavoro a favore dei giovani. Per l’Italia sono previsti finanziamenti per circa un miliardo e mezzo di euro, al cui concorreranno la Youth Employment Initiative, il Fondo Sociale Europeo e risorse nazionali.

IL PIANO DI ATTUAZIONE ITALIANO

L’Italia, con il , ha istituito presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali una Struttura di Missione  allo scopo di definire le linee-guida nazionali per la programmazione degli interventi di politica attiva, individuare i criteri per l’utilizzo delle relative risorse economiche, promuovere, coordinare e valutare gli interventi di competenza dei diversi enti.

La Struttura di Missione, a cui partecipano il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali (Mlps), il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur), il Ministero dello Sviluppo economico (Mise), l’Inps, il Dipartimento della Gioventù, le Regioni e Province Autonome, le Province, le Camere di Commercio, ha definito un Piano di attuazione italiano della Garanzia per i Giovani, con i principi e i criteri per la realizzazione.

In breve il Piano di attuazione prevede la realizzazione di una piattaforma tecnologica integrata che colleghi il Mlps, Regioni e Servizi per il lavoro e che costituisca un sistema “unitario” sul territorio nazionale .

Tramite il portale sarà possibile l’iscrizione al progetto e la conseguente “presa in carico” da parte del servizio competente e si potrà avere accesso ai servizi di orientamento online. Il portale permetterà anche di rilevare e censire le opportunità lavorative, formative, di autoimpiego promosse sul territorio nazionale (così da creare anche una banca dati delle politiche attive e passive), e fornirà ai servizi per l’impiego strumenti utili ad individuare gli interventi più opportuni da proporre ai giovani e supportare la loro gestione.

È prevista la realizzazione di un sito web www.garanziagiovani.gov.it, che costituirà il punto di accesso unitario a tutte le informazioni sulla Garanzia Giovani e ai siti dedicati, alla modulistica, ai servizi offerti.

 

>> Leggi anche:

Rapporto sullo stato di avanzamento (Febbraio 2014)

Incentivi assunzioni giovani