TORINO, RINNOVATO IL CONTRATTO PROVINCIALE DELL’EDILIZIA

Ufficio stampa Filca nazionale 27 Aprile 2021

Soddisfazione del Collegio Costruttori ANCE Torino e delle Organizzazioni Sindacali Feneal/UIL, Filca/CISL e Fillea/CGIL  per la stipula dell’accordo di rinnovo del Contratto Integrativo Provinciale dell’Industria Edile.

L’accordo è frutto della comune volontà di rimuovere ogni possibile ostacolo per  far ripartire le attività del settore, sostenere le imprese regolari ed assistere i lavoratori edili e le loro famiglie

 “ Non è stato facile – commenta Antonio Mattio, Presidente di ANCE Torino –,  ma siamo riusciti a trovare un punto di equilibrio , una sintesi che ci permette di affrontare insieme le sfide che l’incertezza della situazione che stiamo fronteggiando ci impone. Ci auguriamo che oltre ad imprese ed organizzazioni sindacali anche gli altri protagonisti del rilancio del settore edile – le istituzioni ed il sistema creditizio e finanziario –  si adoperino fattivamente, nei rispettivi ambiti,  per sostenerci nel dare effettivamente corpo alla ripresa dell’economia e dell’occupazione nel nostro territorio”

 “Il giudizio non può essere che positivo. Dopo molti mesi di incontri e trattative, siamo riusciti unitariamente, a trovare l’accordo sulle materie contrattuali e portare beneficio ai lavoratori. Primo fra tutti, la copertura totale della malattia per i lavoratori iscritti alla cassa edile di Torino da almeno un anno. Si confermano poi diaria di trasferta, indennità mensa e trasporto e il contributo. assistenza fiscale per la dichiarazione dei redditi.  Abbiamo inoltre previsto un  CONTRIBUTO ACQUISTO PC – TABLET – WI FI pari a 130 euro per far fronte agli oneri della didattica a distanza.      Va anche riconosciuto che sottoscrivendo quest’accordo le imprese Ance, nonostante il momento di grande incertezza, hanno dimostrato di avere a cuore le proprie maestranze. Alle imprese regolari la Cassa Edile concederà pertanto  uno sgravio contributivo.  L’augurio è che si possa finalmente uscire dalla crisi più che decennale che questo settore ha attraversato.”, aggiunge Claudio Papa, Segretario Provinciale Feneal/UIL.

“Sono estremamente soddisfatto. Si è cercato, in un momento così difficile,  di rilanciare il settore edile e tutelare ancora di più il lavoro e i lavoratori”, conferma Gerlando Castelli, Segretario Generale Filca/CISL Torino,

Conclude Marco Bosio, Segretario Generale Fillea/CGIL Torino: “Con il rinnovo del Contratto Integrativo Provinciale,  si è riusciti a confermare tutte le precedenti prestazioni che il nostro Sistema Bilaterale eroga,  rinnovandole e dando una più ampia copertura a tutti i lavoratori e alle loro famiglie. Abbiamo costituito una Commissione Paritetica presso la Cassa Edile a contrasto  delle attività edili irregolari ed abbiamo specificato, in coerenza con quanto stabilito dal CCNL, che tutte le imprese edili che operano nella provincia hanno obbligo di iscriversi alla Cassa Edile  di Torino comprese quelle che, provenendo da fuori, vengono a svolgere attività di durata superiore ai 90 gg.

A quest’importante accordo dovrà seguire anche il  rinnovo del Protocollo Prefettizio di regolarità, salute e sicurezza dei cantieri della nostra Provincia che dovremo rafforzare per contrastare le elusioni che concorrono ad alimentare  la piaga sociale degli infortuni talvolta anche mortali che riscontriamo in aumento. 

Con l’applicazione di questi accordi daremo un significativo impulso a sostegno  delle imprese regolari  al contrasto della  irregolarità ed a tutela dei  lavoratori edili della nostra provincia.”.