PIEMONTE, LA FILCA A LEZIONE DI ENTI PARITETICI

Filca nazionale 28 Febbraio 2018

Si è tenuto ad Alessandria la due giorni di approfondimento sugli enti paritetici, alla quale hanno partecipato le strutture con tutti gli operatori a tempo pieno della Filca del Piemonte e Valle d’Aosta. 
“Oggi dopo 10 anni di crisi – è emerso nel corso dell’iniziativa – il nostro sistema paritetico è meno rappresentativo, ha perso il 55% degli addetti, molti dei quali obbligati a diventare Partite Iva, abbiamo Enti sovradimensionati che vanno messi in sicurezza e anche in Piemonte con accorpamenti e razionalizzazione di costi e personale spesso sovradimensionati, fondi, servizi, programmi informatici in rete. Dobbiamo  raccogliere le Sfide di domani e dare un ruolo più attivo sulla  Regolarità, gli Osservatori per monitorare tutte le imprese e i cantieri sul Territorio, essere davvero un Presidio di Regolarità e Legalità, avere il DURC per Congruità, le Notifiche di nuovo cantiere On Line da ispettorato e Spresal, Programmi di seconda generazione che incrociano in automatico il CSC e Fanno  il Check Up di tutte le imprese anche non Edili, con contratti di comodo. E un progetto di inclusione degli Artigiani singoli con P.Iva per la Formazione, Tesserini di riconoscimento per operai e autonomi, ruolo dei nostri RLST, dare più servizi di qualità  a Imprese e Lavoratori. Nel corso della prima giornata Luciano Boraso, tra i massimi esperti a livello nazionale,  ha illustrato la parte statutaria, economica finanziaria, il quadro giuridico normativo, lo  Schema di Bilancio e la relativa  riclassificazione degli Enti bilaterali con diversi casi pratici e il ruolo dei nostri Amministratori di parte sindacale. Oggi, invece, il segretario nazionale responsabile dell’Edilizia e Bilateralità, Stefano Macale, insieme a Filippo Manti, Direttore della Scuola edile di Cuneo, ha raffrontato  “costi e benefici”, il Bilancio Economico Finanziario e quello delle Attività degli Enti, con particolare attenzione a:

  • la quantità e qualità dei servizi,
  • il supporto alle Parti sociali per Protocolli di regolarità e sicurezza con Stazioni appaltanti e fli Enti di Vigilanza mettendosi in rete con INPS INAIL DTL, SPRESAL, con i RUP e DL, con i comuni per l’edilizia privata.
  • il check sulla regolarità delle imprese, CCNL applicato, CSC,
  • uso delle notifiche preliminari di apertura nuovo cantiere,
  • numero visite dei tecnici del CPT,
  • numero e tipo dei corsi e dei lavoratori formati.

“L’impegno – hanno riferito gli organizzatori – è di confrontarci e coordinarci ogni sei mesi sull’Edilizia e gli Enti bilaterali con Stefano Macale per essere un’organizzazione sempre più attrezzata, vicina alle logiche del  4.0 in piena sinergia col progetto Body Building della nostra Federazione nazionale”.