PIAROTTOLEGNO, MESSA IN LIQUIDAZIONE DELLA SOCIETA’ E CHIUSURA DEL SITO PRODUTTIVO

Ufficio stampa Filca nazionale 28 Luglio 2020
PIAROTTOLEGNO, MESSA IN LIQUIDAZIONE DELLA SOCIETA’ E CHIUSURA DEL SITO PRODUTTIVO

Di seguito il comunicato stampa di Filca e Fillea di Venezia e delle Rsu della Piarottolegno

Lunedì 27 luglio si è svolta un’assemblea sindacale con i/le lavoratori/ici della Piarottolegno Spa, nella quale le Organizzazioni Sindacali Filca Cisl e Fillea Cgil hanno riferito alle maestranze i contenuti dell’incontro  effettuato venerdì 24 u.s. presso Veneto Lavoro, con l’Unità di crisi della Regione Veneto e la direzione Aziendale.

Nell’incontro, la proprietà, tramite il loro team di professionisti, ha comunicato che il Consiglio di Amministrazione ha deliberato:

– la messa in liquidazione della Società e pertanto la chiusura del sito produttivo;

– di depositare  a brevissimo termine presso il Tribunale di Venezia un Concordato in bianco

– di richiedere l’ammortizzatore sociale Cassa Integrazione Straordinaria, cosiddetto “decreto Genova” per la durata di 52 settimane.

Inoltre e’ stato riferito del possibile interessamento da parte di un soggetto terzo (…che non svolge attività nel settore) dell’eventuale acquisto dell’immobile e di assorbimento di qualche lavoratore. Le OO.SS hanno ribadito la necessità di salvaguardare l’occupazione di tutti gli attuali 83 dipendenti concordando  l’utilizzo dell’ammortizzatore sociale proposto e richiedendo alla Regione Veneto l’attivazione di specifici percorsi di Politiche Attive del lavoro, come previste dal Decreto Legge.

Nel frattempo, avendo terminato la Cigo il 25/07 e rimanendo in attesa di riscontro dal Ministero del lavoro, si è concordato tra le parti che i successivi giorni sarebbero stati  giustificati e ‘coperti’ con l’uso di ferie e permessi. A fronte di tutto questo l’assemblea dei/le lavoratori/ici ha deciso di sospendere il presidio permanente antistante l’azienda in attesa di ulteriori sviluppi legati alla vertenza in corso.