PESENTI: “COSTRUZIONI A PICCO, E’ ECATOMBE SOCIALE”

Filca nazionale 18 Febbraio 2014

“I dati Istat diffusi oggi e relativi alla produzione nelle costruzioni raccontano di una serie negativa davvero impressionante. Se non si interviene rapidamente si aggraverà l’ecatombe economica e sociale in corso da anni, che sta avendo effetti drammatici”. Lo ha dichiarato Domenico Pesenti, segretario generale della Filca-Cisl nazionale. “Negli ultimi anni – ha spiegato Pesenti – i dati tendenziali della produzione nelle costruzioni hanno fatto sempre registrare il segno negativo; la conseguenza è che dall’inizio della crisi il comparto ha perso circa 740mila addetti. Si tratta di un dramma sociale senza precedenti, che il nuovo governo avrà il dovere di fermare, non limitandosi a confermare anno per anno i bonus sulle ristrutturazioni ed il risparmio energetico, proroga positiva ma insufficiente. Per rilanciare il settore sono necessari interventi per la messa in sicurezza del territorio contro il dissesto idrogeologico ed il rischio sismico, per evitare nuove tragedie. Poi bisogna mettere a norma gli edifici pubblici, soprattutto scuole ed ospedali. Non siamo per cementificare – ha concluso il segretario generale della Filca – ma per la ristrutturazione del patrimonio abitativo già esistente in una logica di risparmio energetico e di edilizia sostenibile”.