MONTECATINI, CHIUSO IL PRIMO MODULO DEL CORSO PER SEGRETARI ORGANIZZATIVI

Filca nazionale 30 Marzo 2018

Si è chiuso ieri a Montecatini Terme (Pistoia) il primo modulo del corso di formazione per segretari organizzativi, realizzato dalla scuola di formazione “Pino Virgilio” della Filca nazionale. Ai lavori, ai quali hanno partecipato una trentina di dirigenti Filca provenienti da tutta Italia, sono intervenuti anche i segretari generali della Cisl Lazio e Calabria, Fabio Turco e Mauro Venulejo, e il segretario organizzativo della Filca Lombardia, Alem Gracic. Il modulo è stato chiuso dal segretario nazionale Ottavio De Luca: “Nella struttura sindacale – ha detto – il segretario organizzativo ha sempre rivestito un ruolo di primaria importanza, con mansioni e compiti di massima delicatezza e di rilievo fondamentale per la vita dell’organizzazione. Si tratta di un ruolo di grande responsabilità non solo per i compiti che gli sono assegnati dalle deleghe, ma in generale per la visione che il segretario organizzativo deve avere della sua organizzazione. Non si tratta solo di gestire la categoria, con una grande attenzione al personale interno, a tutti i territori, ai tanti settori interessati dalla delega, ma si tratta di delineare la strategia organizzativa del sindacato, di offrire una prospettiva di sviluppo di concerto con tutti i livelli sindacali, in sinergia con tutte le strutture”. 

“Il progetto ‘Body building’, approvato lo scorso ottobre nel corso del Consiglio generale di Cascia – ha aggiunto De LUca – è un esempio lampante di come la figura del segretario organizzativo sia di fondamentale importanza per rinnovare le strutture, ridare energia e slancio all’azione sindacale, rimettere al centro della vita del sindacato temi importanti come la formazione, l’informazione, il proselitismo, attraverso una riorganizzazione della struttura. Il segretario organizzativo, insomma, ha una vastissima ed approfondita conoscenza della categoria, a tutti i livelli, ed è la persona giusta in grado di dare nuova energia all’associazionismo sindacale, alla militanza, all’operato che quotidianamente centinaia di operatori della Filca svolgono in tutta Italia”, ha concluso il segretari organizzativo della Filca nazionale.