MATERIALI DA COSTRUZIONE, AL VIA IL PROGETTO “VERSO IL BEN-ESSERE”

Ufficio stampa Filca nazionale 18 Novembre 2019

Lo sviluppo sostenibile ed il ben-essere organizzativo sono stati i temi principali al centro della due giorni della Consulta Filca dei Materiali da costruzione, dal titolo “Contrattare per cambiare”. All’evento, nel bergamasco, hanno partecipato circa 60 tra dirigenti, delegati e operatori della categoria, giunti da tutta Italia.

La prima giornata ha visto come scenario un luogo dal valore fortemente simbolico: il Villaggio operaio di Crespi d’Adda (sito Unesco), realizzato a fine Ottocento dai Crespi, gli industriali cotonieri lombardi. Un vero “Villaggio del lavoro” che ospitava i dipendenti e le loro famiglie, e che sorgeva accanto all’opificio tessile, lungo la riva bergamasca del fiume Adda. A Crespi d’Adda si è parlato di welfare a 360 gradi, con due confronti: il primo tra Sergio Manzoni, molto attivo nel terzo settore, e Domenico Pesenti, ex segretario generale della Filca, moderato dal formatore Mario Ghidoni. Il secondo tra Paola Gilardoni, segretaria della Cisl Lombardia e il segretario nazionale Salvatore Federico, moderato dal giornalista Vanni Petrelli.

GALLERIA FOTOGRAFICA

In entrambi i momenti è emerso il grande impegno della categoria sul fronte del welfare, e la necessità di adattare l’azione sindacale ai rapidi mutamenti in corso nel mondo del lavoro. Il secondo giorno, invece, ha avuto come protagonista il ben-essere organizzativo: Federico ha sottolineato come la Filca stia giocando una vera sfida su questo tema, e ha già raccolto i primi frutti con l’inserimento del ben-essere organizzativo nei contratti nazionali dei settori legno industria, cemento, laterizio e lapideo, con l’aggiunta di due ore di assemblea retribuite.  

Inoltre con gli esperti Cisl Cinzia Frascheri e Massimiliano Colombi, Federico ha lanciato il grande progetto “Verso il ben-essere”, che già nei prossimi giorni chiamerà a raccolta centinaia di delegati e di lavoratori nelle aziende dei settori. “Si tratta – ha detto il segretario nazionale Filca – di una grande, irripetibile opportunità per coinvolgere i lavoratori, raccogliere le loro istanze ed intervenire in modo ancora più efficace per un maggiore sviluppo della consapevolezza, che porti a migliorare le condizioni nelle aziende”.