LAVORO E SOLIDARIETA’: A SALERNO INIZIATIVA DELLA FILCA

Ufficio stampa Filca nazionale 29 Dicembre 2019

Lavoro e solidarietà: sono stati i protagonisti della iniziativa della Filca-Cisl a Capaccio Scalo, in provincia di Salerno, dove i rappresentanti del sindacato hanno incontrato gli operai e le loro famiglie. A presiedere l’incontro, che si è svolto presso la Parrocchia di San Vito al Sele grazie alla disponibilità del parroco don Donato Orlando, sono stati Marco Martino e Giuseppe Marchesano, responsabili territoriali della Filca. Nel corso dell’incontro è stato ricordato che la Diocesi di Teggiano-Policastro è presente sin dal 2014 sul territorio della Piana del Sele con “Progetto Presidio”, che garantisce un presidio mobile con operatori Caritas, per l’assistenza a 360 gradi (sanitaria, legale, ecc.) dei lavoratori impiegati stagionalmente. Durante l’appuntamento Martino e Marchesano hanno fatto il punto sulla situazione del settore delle costruzioni: “Il completamento della Fondovalle Calore – hanno dichiarato – va a rilento per il blocco dei lavori, per via di alcuni problemi emersi durante il completamento del I lotto. Problemi anche per il completamento della distribuzione del metano dal saprese verso Vallo Scalo e da Roccadaspide verso Omignano Scalo, ma ritardi ci sono anche per la messa in sicurezza del territorio e delle fasce costiere, che con le piogge torrenziali di quest’ultima settimana hanno messo a dura prova ancora una volta la viabilità delle popolazioni interne già disagiate. Poi – proseguono i due sindacalisti della Filca – c’è l’esigenza di mettere in sicurezza tutti gli istituti scolastici, adeguandoli alle normative antisismiche vigenti. La Regione Campania ha reso noto che con il progetto “sblocca cantieri” ripartiranno 10 opere regionali strategiche tra cui la variante di Rizzico, detta Pisciottana, che collega Ascea a Pisciotta. L’avvio di questa opera, ferma da oltre 30, anni rappresenta un volano non solo per l’edilizia ma anche per il comparto turistico e in generale per la viabilità interna del Cilento.

“Un discorso a parte – proseguono i due – merita la Fondovalle Calore, conosciuta come l’eterna incompiuta di cui a breve verranno rese note novità, purtroppo non positive”. Nel corso dell’incontro è stato letto un messaggio di Ottavio De Luca, segretario nazionale Filca e reggente della struttura campana: “Le nostre proposte sono note a tutti, anche a chi ha la responsabilità di governare il Paese: chiediamo una lotta serrata contro l’elusione contrattuale e il lavoro nero, con il rafforzamento del Durc, l’intensificazione dei controlli, la diffusione della congruità e l’attuazione della Patente a punti. Chiediamo inoltre una reale riforma del Codice degli Appalti, che riduca il ricorso al subappalto e il numero delle stazioni appaltanti e favorisca il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Infine sulla riforma previdenziale la nostra richiesta è che si tenga conto delle peculiarità delle occupazioni, tutelando chi è impegnato in lavori gravosi. È questa – conclude De Luca – la strada da seguire per la sicurezza nei cantieri, per la dignità dei lavoratori”.

Al termine dell’iniziativa gli organizzatori hanno donato alla Caritas numerosi pacchi di pasta per i bisognosi, che sono stai affidati al parroco per le famiglie indigenti della sua Comunità.