Cambia lingua: Italiano
LAPIDEI, COSTITUITO IL COMITATO PARITETICO NAZIONALE

LAPIDEI, COSTITUITO IL COMITATO PARITETICO NAZIONALE

Il Comitato (Cpnl) è contemplato nel Contratto Collettivo Nazionale Escavazione e Lavorazione dei Materiali Lapidei, sottoscritto lo scorso 3 maggio

È stato costituito a Milano il nuovo Comitato paritetico nazionale lapidei (Cpnl). A siglare l’accordo istitutivo sono stati Confindustria Marmo Macchine e Anepla per la parte datoriale, ed i sindacati di categoria Filca-Cisl, Feneal-Uil e Fillea-Cgil. “Il Cpnl – spiega Riccardo Gentile, segretario nazionale della Filca – è contemplato nel Contratto Collettivo Nazionale Escavazione e Lavorazione dei Materiali Lapidei, sottoscritto lo scorso 3 maggio. Il Comitato costituisce uno strumento molto importante per i lavoratori e per il settore, soprattutto in questo momento di crisi che ha colpito anche il comparto lapideo, per fortuna in modo non così grave come negli altri settori seguiti dalla Filca, come per esempio il cemento o l’edilizia. Ritengo che il comitato possa offrire molte ricadute e preziose opportunità per il settore – assicura il segretario nazionale della Filca – e questo non è sfuggito ai soggetti coinvolti, si di parte datoriale che di parte sindacale. Proprio grazie a relazioni sindacali positive e pragmatiche è stato possibile arrivare, ed in tempi rapidi, all’istituzione del Cpnl”.
Il Comitato è composto da dodici membri individuati nell’ambito delle organizzazioni datoriali e delle federazioni sindacali. Avrà il fine di svolgere attività e iniziative relative a varie tematiche di competenza settoriale: “Tra queste – spiega Gentile –  ricordiamo l’assetto del settore in relazione alle tendenze del mercato e con riferimento alla situazione occupazionale; il censimento aziendale e statistico, con la valutazione di nuove forme strutturali e di aggregazione delle stesse e riflessi sull’occupazione; l’evoluzione legislativa per le materie di interesse del comparto e per l’attività estrattiva; il mercato del lavoro, ricerca ed innovazioni dì prodotto, qualità, produttività e costo del lavoro; la formazione professionale; l’acquisizione dati sugli orari di fatto attuati nel comparto, con approfondimenti distinti per le attività di cava e di produzione; ambiente e sicurezza e sistemi di soccorso; lo sviluppo sostenibile e la responsabilità sociale d’impresa; i fattori energetici; la produzione di ricerche e studi di carattere statistico e congiunturale”. La prima riunione del Comitato paritetico nazionale lapidei è fissata per il prossimo 28 novembre.