FALLIMENTO, OPUSCOLO DELLA FILCA-CISL DI CUNEO

Filca nazionale 21 Ottobre 2013

Copertina CuneoLa Filca-Cisl di Cuneo ha realizzato l’opuscolo “Finiscono gli ammortizzatori, continua la crisi. Ed ora, che succede? – Fallimento e dintorni, istruzioni per l’uso“. “Il libretto – spiega Gerlando Castelli, segretario generale della categoria – non è un estratto del codice civile e non è neppure un testo universitario di giurisprudenza. E’ piuttosto invece uno strumento, di formazione ed informazione per gli operatori sindacali e  i nostri  delegati, chiamati ad affrontare oggi una realtà che, con gli ammortizzatori sociali ormai agli sgoccioli, si sta facendo sempre più complessa”.

“Si parla di procedure concorsuali, di affitto di ramo d’azienda, di fallimento, di concordato preventivo, di liquidazione ed altro ancora”, prosegue Castelli. “Lo si fa con un taglio semplice, chiaro, sintetico, per consentire al lettore-operatore (che costituisce legame indispensabile tra la struttura e l’iscritto), di disporre delle conoscenze necessarie a comprendere e riferire l’evolversi della realtà aziendale. L’acuirsi della crisi sta modificando profondamente il mondo del lavoro, anche nel nostro settore. Cambia il mondo del lavoro e cambiano tante dinamiche ad esso strettamente connesse, ivi compresa la gestione di una crisi aziendale. Formare ed informare i nostri quadri nelle aziende è, a mio avviso, indispensabile per riuscire a costruire insieme una Filca Cisl consapevole e proiettata nel futuro. Questo opuscolo vuole essere un ulteriore  strumento per garantire il lavoratore ed i suoi diritti”, conclude il segretario generale della Filca-Cisl di Cuneo.