Cambia lingua: Italiano
FAENZA: RICONVERSIONE PER LO STABILIMENTO OMSA, ORA PRODURRA’ DIVANI

FAENZA: RICONVERSIONE PER LO STABILIMENTO OMSA, ORA PRODURRA’ DIVANI

Sarà acquistato da Atl Group, società di Forlì che produce divani, e che si è impegnata ad assumere almeno 120 operaie del Gruppo Golden Lady

Lo stabilimento Omsa di Faenza, in provincia di Ravenna sarà acquistato da Atl Group, società di Forlì che produce divani, e che si è impegnata ad assumere almeno 120 operaie del Gruppo Golden Lady. Il contratto di acquisto e il conseguente passaggio di lavoratori dovrà avvenire “presumibilmente entro fine marzo 2012”. È la principale novità messa nero su bianco nel verbale di riunione firmato oggi a Bologna nella sede della Regione.

Dopo due ore di confronto e una trentina di persone sedute al tavolo (tra cui le organizzazioni sindacali, il presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani e per la prima volta il nuovo investitore) si è arrivati a un accordo che prevede il trasferimento di due stabilimenti di Atl (che sono in provincia di Forlì) in quello faentino, l’adeguamento degli impianti e l’acquisto di nuovi macchinari.

Presupposto essenziale – si legge ancora nel verbale – è la copertura finanziaria dell’investimento, pari a circa 20 milioni, da parte di un pool di banche (Banca Intesa, Banco di Credito Cooperativo, Banca di Romagna, Banca Popolare di Ravenna). Nei piani della nuova azienda, il trasloco potrebbe avvenire in estate e la produzione di divani partire in autunno.

Soddisfatti i sindacati per il risultato ottenuto per il quale la Femca Cisl si è impegnata fin dal principio per ottenere, per le lavoratrici, la maggior tutela possibile dopo l’annuncio, due anni fa, di chiusura da parte del patron della Golden Lady Company, Nerino Grassi. “Questa importante ipotesi di accordo – commenta a caldo Lorenzo Zoli, segretario generale Femca Cisl Ravenna – arriva a coronare un percorso di lavoro intenso durato due anni e mezzo messo in campo dalla Femca per tutelare sia il futuro occupazionale delle lavoratrici Omsa sia un sito produttivo rilevante per l’economia territoriale”.

“Ora – afferma Zoli – continueremo a lavorare nei prossimi giorni per definire il passaggio delle lavoratrici Omsa (dal 15 marzo in cassa integrazione in deroga ndr) alla nuova impresa”. Consapevole del risultato raggiunto anche il presidente della Regione, Vasco Errani: “Con il tavolo di oggi si è aperta una fase nuova per dare una risoluzione strategica alla vertenza Omsa che rappresenta per noi un punto fondamentale. Ora siamo tutti impegnati, e lavoreremo nelle prossime settimane per l’attuazione del progetto”.

Altra novità dell’accordo, la Golden Lady manterrà la proprietà di un’area limitata all’interno dello stabilimento di Faenza, dove aprirà un negozio ‘Golden Point’ in cui verranno assunte 10-15 lavoratrici. Per le altre un’opportunità è da ricercarsi nel nuovo outlet di fronte allo stabilimento Omsa che probabilmente aprirà i battenti in autunno. Ma questo è ancora da verificare.

(dal sito www.conquistedellavoro.it)