Cambia lingua: Italiano
EDILIZIA, IN CALO LE ORE DI CASSA INTEGRAZIONE MA NON E’ UN BUON SEGNO

EDILIZIA, IN CALO LE ORE DI CASSA INTEGRAZIONE MA NON E’ UN BUON SEGNO

I dati sono stati diffusi da "Edilizia e Territorio", inserto del Sole 24 Ore. Pesenti: "La Cig ordinaria finisce perché si sta esaurendo il periodo di copertura, mentre aumentano le altre forme di sostegno, come la Cassa straordinaria. Inoltre c'è un oggettivo ridimensionamento dell'intero settore"

Cala la Cassa integrazione ordinaria in edilizia, aumentano costantemente quella straordinaria, usata per le aziende più grandi, e quella in deroga, usata dalle Regioni per favorire chi non può accedere ad altre forme di sostegno. Lo comunica l’inserto “Edilizia e Territorio” del Sole 24 Ore, che riporta le dichiarazioni di Domenico Pesenti, segretario generale della Filca Cisl: “È la conferma di quello che osserviamo ormai da mesi: la Cig ordinaria finisce perché si sta esaurendo il periodo di copertura, mentre aumentano le altre forme di sostegno, come la Cassa straordinaria.
Inoltre il totale delle ore autorizzate dei tre ammortizzatori sociali, in calo rispetto ad un anno fa di 700mila ore, dimostra che c’è un oggettivo ridimensionamento del settore. Tanti occupati sono stati espulsi, e meno occupati portano a un minore utilizzo della Cassa integrazione. C’è un’area di piccole imprese, magari sorte in momenti di picco di richiesta di lavoro, che ormai sono sparite. Come è successo anche a qualche impresa più strutturata”.