DIMISSIONI BONANNI, PESENTI: “E’ L’USCITA DI UN PROTAGONISTA DEL CAMBIAMENTO SOCIALE”

Filca nazionale 25 Settembre 2014

“L’uscita di Bonanni è sicuramente l’uscita di un protagonista del cambiamento sociale, che ha cercato di dare visibilità alla Cisl anche con confronti duri con la Cgil”. Lo ha detto Domenico Pesenti, segretario generale della Filca-Cisl nazionale,commentando le dimissioni del segretario generale della Cisl. “Ha saputo affrontare le situazioni difficili come il lavoro nero,  attraverso anche l’invenzione del Documento unico di regolarità contributiva, il Durc, e la bilateralità”, ha ricordato Pesenti. “Faceva del confronto la sua arma per ottenere risultati, e credo che il confronto sarà anche la strada per il futuro. Confronto con tutti: con le controparti e con gli interlocutori istituzionali, perché insieme si può superare questa fase di crisi”. (ascolta l’audio di Pesenti)

Bonanni e PesentiBonanni, alla guida del sindacato dal 2006, ieri ha annunciato le sue dimissioni al gruppo dirigente accelerando così la successione prevista per il 2015. “La decisione delle mie dimissioni – ha detto Bonanni ai vertici del sindacato – sono frutto di una meditazione profonda e non perchè siano mancati fiducia e consenso di tutto il gruppo dirigente”. Con ciò decadrà tutta la segreteria confederale ed inizia un percorso che porterà al rinnovamento dei vertici di Via Po, con il Consiglio generale che, con ogni probabilità si riunirà l’8 ottobre per la ratifica delle dimissioni di Raffaele Bonanni e l’elezione del nuovo segretario generale.

“La mia scelta scaturisce dalla necessità di avviare una rimodulazione dell’assetto organizzativo della Cisl con una discussione aperta”, ha precisato Bonanni. Servirà “non solo per salvaguardare la Cisl ma tutto il Paese in un momento in cui sta saltando tutto”.

Un forte segnale di ricambio generazionale (in pole, per ricevere il testimone da Bonanni c’è l’attuale segretario generale aggiunto, Annamaria Furlan) che arriva in un momento delicato per le relazioni sociali ed il mondo del lavoro in generale.

“Già alcuni mesi fa avevo indicato Annamaria Furlan come mio successore”, ha sottolineato Bonanni. “La sua elezione a segretario generale aggiunto a larghissima maggioranza è stata la dimostrazione della grande unità della Cisl, credo che bisognerà continuare su questa strada consolidando la piena unità”, ha aggiunto.

Anche sul Jobs Act “la posizione della Cisl non cambia”, dichiara Bonanni. “Ciò che conta per noi è che le persone in condizione di maggiore precarietà trovino un’adeguata risposta ai loro bisogni”.

Una posizione confermata in una intervista pubblicata dal quotidiano L’Avvenire.

Ascolta anche la dichiarazione rilasciata al Tg Cisl.

(dal sito di Conquiste del Lavoro)